Skip to content

Come abbronzarsi bene e correttamente

19 Maggio 2024

Come ottenere una tintarella perfetta senza rovinare la pelle

Abbronzarsi in una settimana

È tempo di estate 2024, ed è arrivato il momento di abbronzarsi, vediamo come farlo bene e correttamente.

Otterrai così una meravigliosa tintarella, e la tua pelle prenderà quel colorito vicino al nero. In questo articolo ti sarò qualche consiglio e sopratutto ti indicherò, come abbronzarti bene e senza rischi.

Come abbronzarsi bene

Per abbronzarsi bene, e sviluppare quel meraviglioso color olivastro, le regole da seguire sono poche, ma è importante farlo fedelmente.

I rischi non sono solamente le scottature, ma diversi danni alla pelle. In particolare una esposizione al sole non corretta favorisce l’invecchiamento precoce, la formazione delle rughe e delle macchie. Per non parlare dei danni a lungo termine che potrebbero essere anche molto gravi.

Se vuoi sviluppare per bene la tua abbronzatura, prima prepara la pelle ai raggi solari. Per farlo puoi esfoliarla con uno scrub, così da rimuovere le cellule morte. Ciò che è ancora più importante è idratarla a dovere già prima di mettersi al sole.

Quindi qualche settimana prima, comincia a usare una crema idratante. Apportare liquidi eviterà la secchezza e la formazione di macchie, rendendo la tua abbronzatura più uniforme e duratura.

Abbronzarsi in una settimana

Solitamente basta una settimana per abbronzarsi, sia che sei al mare, o ti metti al sole sul balcone. I primi giorni, utilizza una protezione solare 30 o superiore.

Questa aiuterà la pelle, a assorbire i primi raggi solari, e comincerai a sviluppare la tua abbronzatura. Non diventerà nera, ma dopo una settimana avrai già una buona tintarella.

Una protezione solare 30, ti consente di abbronzarti, evitando le scottature e i danni alla pelle. Se vivi lontano dal mare, potresti cominciare a prendere il sole in città, e poi una volta in spiaggia intensificare il colorito. Potrebbe esserti utile il mio articolo: Come abbronzarsi velocemente in casa. »

Come abbronzarsi senza bruciarsi

Se hai una pelle chiara, particolarmente delicata che tende alle scottature, dovrai prestare qualche attenzione in più.

Ti suggerisco di preferire una protezione 50 alla 30. Un SPF così alto sarà in grado di proteggerti meglio dai raggi Uv. Non preoccuparti, perché anche con la protezione 50 ci si abbronza. Probabilmente avrai bisogno di più tempo, ma dopo un paio di settimana otterrai già un colorito impeccabile.

Ricorda che alcune tipologie di pelle non riescono a produrre una abbronzatura molto forte. Potresti optare in questi casi per gli autoabbronzanti. Questi cosmetici non hanno bisogno dell’esposizione al sole, in quanto simulano la tintarella. Consulta il mio articolo: Perché non mi abbronzo. »

A che ora prendere il sole

Le ore migliori per prendere il sole sono al mattino e alla sera. In queste fasce orarie i raggi Uv non sono diretti, quindi creano meno danni alla pelle.

Un esposizione nelle ore più calde, più che favorire la tintarella produce delle scottature e conseguenti spellatura. Se per qualsiasi motivo, vai al mare nelle ore centrali, alterna l’esposizione al sole, con dei momenti all’ombra e idratati, sia in spiaggia che una volta a casa.

Evita di spellare

Se non hai usato correttamente la protezione solare, potresti aver avuto delle scottature. Queste possono essere visibili o meno, e producono le spellature. Si tratta di pelle morta bruciata dal sole.

Per accelerare il recupero utilizza il doposole. La pelle morta non può essere abbronzante, dovrai aspettare che la nuova si rigeneri. Quindi evita di esporre e cercare di abbronzare le spellature, dai tempo alla nuova pelle di formarsi, e torna a utilizzare la protezione. Se la SPF 30 non è stata sufficiente passa alla 50.

Questi comportamenti oltre a scottature e spellature possono favorire la formazione di macchie. La pelle nel tempo diventerà sempre più secca e meno incline alla tintarella.

Tintarella si ma per bene e senza rovinare la pelle

La tintarella è un processo graduale, che porta la pelle a divenire sempre più scura. Non utilizzare le protezioni, non ti porterà a ottenere velocemente l’abbronzatura, anzi la limiterà notevolmente, provocando non pochi problemi.

Utilizza quindi una protezione solare adeguata, meglio se in grado di aggiungere idratazione. A tal fine, ti sarà utile il latte abbronzante. Questo cosmetico oltre al fattore protettivo, favorisce la tintarella idratando la pelle. Se le giornate sono molto calde e il sole intenso, sarà piacevole e efficace il supporto dell’acqua abbronzante. Questo non è un superabbronzante in senso stretto, con i suoi ingredienti aggiunge idratazione, dandoti una gradevole sensazione di freschezza.

Per abbronzanti bene, una volta a casa applica il doposole, anche se non hai delle scottature. Se questo ha un azione idratante, migliorerà la tua tintarella rendendola uniforme. Se clicchi le immagini in basso troverai le guide per capire cosa sono e come funzionano questi prodotti.

Come abbronzarsi di più

Per abbronzarsi di più, puoi utilizzare gli acceleratori di abbronzatura. Questi sono la crema abbronzante e olio solare. Riducono i tempi di esposizione al sole, intensificando la tintarella. La maggior parte di questi prodotti non contiene filtri solari, per cui ti suggerisco di combinarli alla protezione. Usali su una pelle già abituata al sole, e che ha sviluppato del colorito.

Tintarella sulle gambe

Le gambe sono una zona del copro solitamente difficile da abbronzare. Ciò si deve al fatto che in questa parte la pelle è più secca, e la loro posizione non favorisce un esposizione uniforme. Puoi approfondire questa tematica nel mio articolo: Come abbronzare le gambe. »

Abbronzare il viso senza macchie

Per abbronzare il viso, senza avere le macchie in faccia, molto rilevante è la protezione solare. La pelle qui è più delicata, e costantemente esposta al sole. Applica più volte la crema, e se passi molte ore al mare, utilizza spesso dei cappellini e occhiali da sole. Sul viso non utilizzare l’olio solare o la crema abbronzante, ti suggerisco sempre una protezione SPF 30 o superiore.

Trucchi per abbronzarsi

Per ottenere una tintarella uniforme, senza rischi per la pelle, la protezione solare è sempre necessaria. C’è anche un altro prodotto che ti consentirà di avere un abbronzatura che non va più via. Questo è un doposole idratante.

Dopo l’esposizione, e aver fatto la doccia con un bagnoschiuma che non lava via l’abbronzatura, utilizza sempre un doposole idratante, aiuterà la pelle a rigenerarsi dopo l’esposizione, migliorando il colorito e rendendo più duratura la tintarella.

I miei consigli per abbronzarsi senza rovinare la pelle

Sono una grande appassionate di abbronzatura, ma anche una persona attenta a non rovinare la pelle.

Per questo motivo scelgo dei prodotti professionali ricchi di ingredienti naturali. Evito assolutamente i solari da supermercato e economici, questi per contenere i costi usano spesso alcol e ingredienti potenzialmente nocivi.

Ti consiglio la linea di Fondonatura Solair, dalla protezione ai super abbronzanti. Questi sono realizzati nel Salento, e utilizzano componenti di origine vegetale. Se ti interessa conoscerli leggi la mia recensione ai prodotti Fondonatura Solair. »

Come abbronzarsi bene e correttamente. Conclusioni

In questo articolo ti ho dato i miei consigli per abbronzarti bene e correttamente, senza il rischio di rovinare la pelle. Ricorda che la tintarella è un processo graduale, e non si può ottenere in un giorno. Nel nostro sito troverai tantissimi contenuti che ti saranno utili, cercali nella sessione abbronzatura. »

Scrivimi nei commenti se i miei consigli ti sono stati utili, e condividi con noi la tua routine per abbronzarti per bene.

Ricorda anche di seguirci sui nostri canali social, Instagram e Facebook, per non perderti i prossimi articoli del nostro magazine online.

eurocapelli
EUROCAPELLI | Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM