Skip to content

Crema Solare Scaduta

22 Aprile 2024
crema solare scaduta effetti

Come capire se la Crema solare è scaduta, e cosa succede ad utilizzarla. Come ogni anno, ci domandiamo se la protezione dell’estate passata sia ancora efficace, e se possiamo continuare a usarla tranquillamente.

In questo articolo, ti daremo tutte le informazioni sulla scadenza dei prodotti solari, così che potrai farli rendere al massimo anche per questa estate 2024.

Crema Solare. La scadenza

Tutti i prodotti di cosmetica, comprese le Creme e protezioni solari hanno una scadenza. Questa solitamente è riportata sulla confezione. Esistono però delle distinzioni se il prodotto è stato aperto o è ancora sigillato. Ti può essere utile il mio articolo: Crema solare, come scegliere il fattore protettivo. »

La scadenza della crema solare non aperta

La scadenza della crema solare non aperta è solitamente indicata sulla confezione. Se questa non dovesse essere presente, possiamo considerare scaduta la protezione dopo due – tre anni dal suo acquisto.

Se la crema solare viene conservata in condizioni non ideali, come alte temperature o diretta esposizione alla luce solare, la sua efficacia può diminuire più rapidamente. Per assicurare la massima efficacia del prodotto, è sempre meglio conservare la protezione solare in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta del sole.

Quanto dura la crema solare aperta

Una crema solare aperta, ha una durata indicativa di sei mesi. Per cui quella dell’estate precedente non può essere considerata efficace. Alcuni prodotto potrebbero indicare, nella confezione o sulle istruzioni, dopo quanto tempo dall’apertura si può utilizzare ancora il prodotto. Ti potrebbe interessare il mio articolo: Quando mettere la protezione solare. »

Cosa succede a utilizzare una crema solare scaduta

L’utilizzo di una crema solare scaduta, può avere dei rischi. Questi prodotti nel tempo perderanno di efficacia, sopratutto per quanto riguarda i loro filtri solari. In particolare il fattore protettivo si dimostrerà limitato se non nullo. Il rischio maggiore nell’utilizzare una crema solare scaduta è quindi quello di scottarsi, per assenza di protezione.

Il prodotto potrebbe perdere di consistenza, e non sarà più in grado di fornire una copertura uniforme sulla pelle, compromettendo ulteriormente la protezione. In oltre si potrebbero formare dei microbi che possono esporre a batteri e funghi, causando anche infezioni o irritazioni. Non si escludono nemmeno reazioni allergiche e rossore.

Ti sconsigliamo quindi di utilizzare una protezione solare scaduta.

Se sei alla ricerca di una efficace protezione solare per questa estate 2024, ti consigliamo di provare un Latte Solare, questo rispetto alla crema è più idratante e favorisce un abbronzatura naturale. Scopri di più nel nostro articolo: Latte solare cos’è e come funziona. »

come funziona il latte solare
Latte solare cos’è

Doposole scaduto

La scadenza di un doposole può variare a seconda degli ingredienti utilizzati, il tipo di confezionamento, e le condizioni di conservazione.

Doposole Sigillato e non aperto

Un doposole non aperto generalmente ha una durata di conservazione simile a quella delle creme solari, che è di circa 2-3 anni dalla data di produzione. Controlla se sulla confezione è presente una data di scadenza, altrimenti considera quella di acquisto.

Doposole aperto

Una volta aperto, la durata del doposole si riduce. Si consiglia di non utilizzare il prodotto aperto nei dodici mesi precedenti. In alcune confezioni è indicato il simbolo PAO (Period After Opening), che mostra un barattolo aperto seguito da un numero e una “M” (ad esempio, “12M” indica che il prodotto dovrebbe essere usato entro 12 mesi dall’apertura).

Effetti nell’utilizzo

Il doposole ovviamente non ha fattore protettivo, ma nonostante ciò, dopo la sua scadenza, il prodotto perderà di efficacia. Sarà privo di forza idratante e numerosi nutrienti. Se poi emette cattivi odori, o cambia nella composizione o colore, potrebbe risultare pericoloso per la tua pelle.

Olio abbronzante scaduto

Un olio abbronzante ha una durata più lunga, rispetto a altri prodotti solari. Questo se è formulato con oli essenziali di origine vegetale. Per maggiori informazioni visita il mio articolo: Olio abbronzante come funziona e come scegliere il migliore. »

Olio abbronzante sigillato

Gli oli abbronzanti sigillati generalmente hanno una durata di conservazione di circa 2-3 anni dalla data di produzione. Verifica se ci sono indicazioni sulla confezione, e considera che gli oli abbronzanti con protezione potrebbero perdere i filtri solari. Quelli a composizione naturale, senza protezione hanno una durata più lunga.

Olio abbronzante aperto

Una volta aperto, l’olio abbronzante dovrebbe essere utilizzato entro 12 mesi. Se hai un olio solare con protezione aperto l’estate precedente, il prodotto si può considerare scaduto dopo sei mesi.

Cosa succede a utilizzarlo

Utilizzare un olio abbronzante scaduto, può far male alle pelle se questo emette cattivi odori o cambia di colorazione. Se originariamente conteneva una protezione solare è probabile che l’abbia persa in parte o totalmente.

Come capire se il prodotto è scaduto?

Ti sconsigliamo di utilizzare un prodotto ancora sigillato e non aperto oltre i tre anni dal suo acquisto. Per una crema solare aperta, non considerarla valida se dell’estate precedente.

Oltre a queste linee guida, per prima cosa verifica che il cosmetico non emetta cattivi odori. Controlla la sua composizione, che non abbia perso di consistenza.

Ricorda inoltre, che un prodotto economico e da supermercato, diviene efficace dopo meno tempo. Ciò si deve alla presenza di diversi ingredienti chimici. Una protezione solare che invece ha una forte composizione biologica, avrà una durata più lunga. Ma mai superiore al periodo indicato in precedenza.

Crema solare scaduta usi possibili

L’applicazione sulla pelle è fortemente sconsigliata, ma puoi trovare nuovi usi per la tua crema solare scaduta. Per evitare gli sprechi, puoi trovare nuove applicazioni. Ecco alcune idee:

  • Idratante per i piedi: Spesso contengono ingredienti idratanti. Potresti usare una crema solare scaduta come crema per i piedi, specialmente nelle zone ruvide come talloni e calli.
  • Lubrificante per cerniere rumorose: Alcune creme solari possono essere utilizzate come lubrificante leggero per cerniere o altri piccoli meccanismi in casa.
  • Pulizia di oggetti in pelle: Puoi provare ad usare una piccola quantità di prodotto su una pelle non delicata per pulire e idratare borse, scarpe, o divani.
  • Rimozione di adesivi: Può aiutarti a rimuovere residui di adesivi da vetro o plastica.

Prima di dare nuovi usi alla tua crema solare scaduta, fai prima delle verifiche. Se il prodotto mostra segni di deterioramento o cambiamenti nella consistenza o nell’odore, è meglio smaltirla in modo sicuro.

Dove buttare la crema solare scaduta

La crema solare scaduta, deve essere buttata nei cassonetti dedicati ai farmaci e cosmetici. Solitamente questi si trovano davanti alle Farmacie. Se non trovi questi contenitori, puoi buttare il prodotto nell’indifferenziato.

La Crema Solare scaduta non va mai buttata in spiaggia o al mare. 

Anche le creme solari non inquinanti, o naturali, una volta scadute o terminate vanno buttate in questi contenitori. Non considerate la confezione in plastica del prodotto, in quanto rimarranno all’interno dei residui, sopratutto per quelli dalla texture cremosa.

La crema solare scaduta fa male?

Arriviamo alla conclusione di questo articolo, che speriamo ti sia stato utile. Come avrai capito, utilizzare una crema solare scaduta può far male alla pelle. Il primo rischio è la perdita del fattore protettivo, che ti esporrà a possibili scottature. Se il cosmetico emette cattivi odori, potrebbe irritarti e provocarti delle allergie. Come anche per il doposole e olio abbronzante, ti sconsigliamo di utilizzare dei prodotti ormai scaduti. Il rischio di danni, anche a lungo termine è troppo altro per il risparmio economico ottenuto.

Puoi trovare contenuti simili nella sessione Abbronzatura. »

Ricorda anche di seguirci sui nostri canali social, Instagram e Facebook, per non perderti i prossimi articoli del nostro magazine online.

eurocapelli
EUROCAPELLI | Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM