Perché l’intimo Uomo Calvin Klein è così caro?

Perché l’intimo Uomo Calvin Klein è così caro?

21 Gennaio 2021 0 Di Ginevra

Perché l’intimo Uomo Calvin Klein è così caro? Sono passati 30 anni dal lancio dell’intimo maschile, ed è stato subito un successo. Perché in così tanti, acquistano e utilizzano questi prodotti così cari?

 

Calvin Klein Uomo, abbigliamento e non solo

Si dice che la maniera più semplice, per indossare un abbigliamento di lusso, è quella di acquistare una maglietta. Sono versatili, si abbinano facilmente, e quasi sempre hanno il logo ben in vista, e cosa non da poco, il prezzo è accessibile. Indiscutibilmente Calvin Klein è l’eccezione che conferma la regola. Non perché non produca magliette, ma questa firma americana riscuote un grandissimo successo nell’intimo maschile. Sito Ufficiale di Calvin Klein

Mutande Calvin Klein Uomo Boxer

In pochissimo tempo, l’intimo Uomo di Calvin Klein, in particolare i suoi Boxer sono diventati sinonimo di potere e sensualità. La banda elastica ben visibile con il marchio CK li rendono riconoscibili, e attirano subito l’attenzione. Questo successo nasce nel 1980, quando la firma americana, già conosciuta e famosa per i suoi Jeans, decide di lanciare una linea intimo. La prima campagna pubblicitaria, non era molto diversa da quella attuale, e presentava l’atleta olimpico Tomás Hintnaus, che sfoggiava i suoi slip, provocando fantasie nelle donne, e il desiderio di ottenere la stessa sensualità, da parte degli uomini.

 

Slip e Boxer Calvin Klein, un successo assicurato

La linea intimo maschile di Calvin Klein, fu subito un successo. La campagna marketing, e il contesto storico in cui fu lanciata, furono sicuramente fondamentali per i risultati raggiunti. Quelli erano gli anni del Body Building, Arnold Schwarzenegger e Sylvester Stallone erano le star indiscusse del grande schermo. Calvin Klein però non puntò su fisici palesati, ma su corpi scolpiti di grandi atleti, che attiravano l’attenzione e il desiderio delle donne, mentre gli uomini di riflesso, sognavano di catturare queste attenzioni.

Quando l’uomo comincia ad essere sexy

Gli anni ’80 sfatarono moltissimi tabù, e l’uomo cominciò a divenire anche lui, oggetto del desiderio sessuale. Fino ad allora, era impensabile vedere una pubblicità con un uomo in mutande, e ancor più impensabile e che risultasse tremendamente sexy. Ovviamente, al centro del messaggio pubblicitario c’era il prodotto, sia per motivi commerciali, che per opportunismo culturale. Da qui anche la necessità di rendere ben visibile il marchio, sulla famosa banda elastica.

 

Intimo Uomo Calvin Klein, la consacrazione negli anni 90

La linea uomo di Calvin Klein, fu la salvezza della firma negli anni ’90. Questa versava in grossissime difficoltà economiche, e gli introiti, che la salvarono, provenivano proprio dalle vendite di boxer e slip. In questo periodo fu sviluppato un capo ibrido fra boxer e slip, ricordiamo che negli anni 80 e primi 90, gli uomini indossavano unicamente gli slip. L’ascesa dei Boxer si ebbe proprio grazie a CK.

Tutti vogliono indossare intimo CK

Negli anni 90, Calvin Klein, introdusse, nelle pubblicità dell’intimo uomo, anche Kate Moss, una delle Top Model più famose, comunicando così agli uomini, che indossando i suoi prodotti, si sarebbero sentito anche loro, Mark “Marky Mark” Wahlberg, che era il volto, o meglio il corpo di CK, e che grazie a questi prodotti, avrebbero conquistato qualsiasi donna, anche la più bella e famosa.

Calvin Klein rende l’uomo sexy

Calvin Klein con la sua linea di intimo maschile, crea di fatto un sogno erotico, dove l’uomo è protagonista e oggetto del desiderio. Attira la donna, stuzzicandone le fantasie, e l’uomo che desidera apparire ed essere più sexy. In oltre grazie a una comunicazione decisa che si avvale delle star più famose, rompe gli schemi rendendo sexy, qualcosa che solitamente apparirebbe volgare.

Perché spendere tanti soldi per una mutande di Calvin Klein?

Tornando alla domanda iniziale, sul perché spendere tanti soldi per una mutande di Calvin Klein, la risposta diventa adesso semplice. Non si tratta tanto di un capo di abbigliamento, fra l’altro difficilmente mostrabile all’esterno, ma è il desiderio di apparire sexy, ed essere nei sogni erotici delle donne.

 

eurocapelli blog magazine moda bellezza salute sport capelli

Eurocapelli, Magazine online di Moda, Costume e stile. Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM

;