Netflix ripropone Boris ed é già fra le Serie più viste

Netflix ripropone Boris ed é già fra le Serie più viste

12 Maggio 2020 Off Di Ginevra Neri

Boris, la serie, si posizione subito fra le più viste su Netflix. Il Primo Maggio, la piattaforma di film e serie in streaming, ha riproposto tutti gli episodi di questa serie cult, andata in onda per la prima volta, su Fox nel 2007.

Chi é Boris? Scopriamo la serie cult, riproposta su Netflix

Boris é una serie, che racconta in maniera ironica e irriverente, il mondo della Fiction Italiana. Sottotitolata “La fuori serie” racconta le riprese della fiction “Gli occhi del cuore 2”. In realtà Boris é il pesciolino rosso del regista René Ferretti, che frustrando tutte le sue velleità artistiche, é costretto a girare un prodotto imposto dalla rete.

Boris, la serie fuori dagli schemi

La serie Boris nasce dall’idea di Luca Manzie e Carlo Mazzotta, e viene poi scritta, dagli sceneggiatori, Mattia Torre, Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo. Viene prodotta per Fox, canale da poco inserito sulla piattaforma Sky. Alla messa in onda, sulla tv satellitare, la serie passa quasi inosservata, ma poco a poco si diffonde grazie allo streaming illegale, anticipando di fatto, le piattaforme online, come Netflix appunto.

Alessandro lo stagista e Stanis la Star

René Ferretti é sicuramente al centro della storia, ma sono altrettanto forti tutti gli altri personaggi. Alessandro lo stagista, costretto a tutto per fare un pò di esperienza. Sanis La Rochelle, un pessimo attore, pieno di sé e protagonista di “Gli occhi del cuore”, Corinna la star femminile, definita da René “una cagna”, incapace a recitare e assolutamente nevrotica. I componenti della troupe, poco dediti al lavoro, come Biascica il capo elettricista o la Segretaria di edizione Itala.

 

Humor irriverente e fuori dagli schemi

Molte battute proposte nella serie, sono con il tempo entrate nel linguaggio comune. Non tanto “l’attrice cagna”, termine ampiamente utilizzato nel gergo cinematografico, quanto il “Dai dai dai” di René per spronare attori e troupe, il “Così de botto, senza senso”, oppure il fare le cose “a cazzo di cane”. Uno stile e un linguaggio, che tutt’ora sarebbe impensabile per una Fiction di prima serata su Rai 1 o Canale 5.

La genialità di Boris, e il successo su Netflix

La serie Boris, nonostante abbia più di 10 anni, é tutt’ora un prodotto geniale. Assolutamente irriverente, nei confronti, non solo della Fiction, ma anche della cultura italiana. Infondo, quello che racconta é l’assoluta mancanza di meritocrazia. Gli attori protagonisti di “Occhi del Cuore” sono raccomandati, e dei “cani” a recitare. René Ferretti, come il suo amico Duccio, direttore della fotografia, vorrebbero anche fare un prodotto di qualità, ma finiscono per abbandonarsi alla frustrazione.

Boris, un successo (in)aspettato su Netflix

In pochissimi giorni Boris é risultata una delle serie più viste su Netflix. Sicuramente é strano che un prodotto vecchio di dieci anni, possa prima interessare una moderna piattaforma streaming, e in seguito ottenere velocemente il successo. Coinvolgendo non solamente gli estimatori della prima ora, ma anche un nuovo pubblico. Questo probabilmente si deve al fatto che la televisione italiana, in questi anni, non si é diretta (a parte rare eccezioni) sulla qualità, ma ha cercato di riproporre in salsa differente, i soliti prodotti, poco innovativi, ma dal risultato certo.

L’intera Serie Boris é disponibile su Netflix