Lavoro da casa, disconnessione e relax

Lavoro da casa, disconnessione e relax

29 Aprile 2020 Off Di Ginevra Neri

Lavorare da casa é qualcosa che oggi é diventato normale, almeno per chi può ricorrere allo smart working. L’attività professionale, svolta nella propria abitazione però rende più difficile il relax e la disconnessione dai problemi lavorativi. Vediamo qualche consiglio per evitare di essere operativi 24/7.
[toc]

Smart Working, la normalità professionale al tempo del Coronavirus

Per chi può continuare a lavorare, lo Smart Working é divenuta la nuova normalità. Scrittura di testi, riunioni in videochiamate, lavori grafici oggi vengono svolti nella propria abitazione. Fino a poco tempo fa, sentivamo esperti che ci spiegavano quanto fosse pericoloso, per la nostra salute psico fisica, il rimanere connessi 24 ore al giorno. Il lavoro in casa però rischia di farci rimanere costantemente operativi.

I rischi nascosti del lavoro in casa

Lavorare da casa, adesso é necessario e per molti versi é anche comodo, ma ha dei rischi. Il muoversi per raggiungere l’ufficio, la chiacchierata con colleghi, anche di argomenti extra lavoro, la pausa caffè, sono piccoli momenti che ci permettono di liberare, per qualche minuto, la mente, dalle preoccupazioni professionali. Lavorando in casa, in periodo di quarantena, può diventare difficile separare la vita professionale, da quella privata, con conseguente aumento di stress e scarso rendimento.

Lavorare da casa

 

Come sopravvive allo Smart Working

Per tutelare il nostro equilibrio mentale e anche la nostra salute, é bene delineare delle divisioni chiare fra lavoro e vita quotidiana. Se la nostra abitazione lo consente, dedichiamo una stanza, o una parte della casa al lavoro, dove passiamo il tempo che solitamente siamo in ufficio. Per quanto difficile, se il nostro capo non lo capisce, o fa finta di non capire, non permettiamoli di contattarci alle 10 di sera per chiederci lavoro extra. Dobbiamo dedicare all’attività lavorativa una parte della giornata, non la sua totalità.

Hobby e interessi, per resistere alla quarantena

Rimanere chiusi in casa é qualcosa di difficile, ma che volenti o nolenti dobbiamo fare. È importante trovare degli interessi o hobby. Sui social vanno fortissimo corsi di cucina e di esercizi fisici da realizzare in casa. Se abbiamo un giardino o un balcone possiamo dedicarci alla tra delle piante. Approfittare di questo tempo per leggere un libro, o seguire delle nuove serie. L’importante é trovare dei momenti per se, mentalmente stimolanti.

Videochiamate lavorativa, ma non solo

Oggi la tecnologia ci consente di rimanere in contatto con altre persone nonostante la distanza. Ovviamente una videochiamata non é come andare al pub con gli amici, ma é pur sempre un mezzo per mantenere i rapporti e rilassarci. Il nostro consiglio é quello di non utilizzare mai l’applicazione delle videochiamate lavorative, con quelle con amici e familiari. Questo perché vedendoci online, il capo o colleghi potrebbero approfittare per darci nuovi impegni. In oltre, tenere ben staccati i rapporti di amicizia da quelli lavorativi, ci aiuterà a riposarci di più e meglio.