I Capelli dello scandalo

Il modo di portare i capelli va di pari passo con i tempi e le mode, e spesso questi, come l’abbigliamento possono dettare nuovi stili o addirittura essere considerati scandalosi. Molti tagli di capelli che oggi ci sembrano “normali” a loro tempo sono stati considerati scandalosi.
[toc]

Cambiare il taglio di capelli può essere rivoluzionario

Quando una donna cambia il suo look, e principalmente il taglio di capelli vuole esprimere un cambiamento o un desiderio che ciò avvenga. Molte ragazze infatti, cambiano l’acconciatura quando termina una storia d’amore. Questo viene fatto per espressa all’esterno un rinnovamento. In alcuni casi però, il cambio di pettinatura é stato un vero e proprio attori rivoluzionario e di emancipazione, al momento considerato scandaloso.

I tagli di capelli scandalosi

Oggigiorno il taglio a caschetto é piuttosto comune, ma negli anni ’20, era inammissibile, per una donna portare dei capelli corti. Le signore potevano avere unicamente tagli lunghi, mentre gli uomini obbligatoriamente corti. In questi anni inoltre, per la prima volta le donne cominciavano a portare i pantaloni, creando anche in questo caso moltissimo scandalo. Indiscutibilmente il periodo dell’emancipazione femminile si ha fra i ’60 e ’70, decadi in cui vengono sfatati numerosi tabù. Pensiamo ad esempio che nel 1963 nacque la minigonna, un capo di abbigliamento che mostrava le gambe delle donne. Oggi queste sono un pò démodé, ma al tempo erano considerate estremamente scandalose ed anche volgari. In questo periodo i capelli delle ragazze smisero di essere estremamente ordinati, lasciando libere le chiome, spesso abbinate a delle frangie.

Beyoncé ha fatto sei suoi lunghi capelli afro un orgogliosa rivendicazione delle sue radici

 

Anni ’80, una decade estrema

Gli anni 60 e 70 hanno rappresentato quelli della ribellione e dell’emancipazione femminile, gli ’80 sono un estremizzazione e un libero sfogo alla creatività. La star incontrastata era Madonna, rivoluzionaria, scandalosa, per certi versi al tempo considerata volgare. I suoi capelli, comunque cambiati più volte erano segnati da un taglio pixie, che oggi é tornato di moda. In questo periodo, per le prime volte le donne negarono anche la femminilità stereotipata rasandosi la testa, e distaccandosi dall’immaginario di una donna dolce, sensibile e fragile.

I tagli rivoluzionari recenti

Recentemente in fatto di moda e di capelli é più difficile scandalizzarci, in quanto si pensa di aver già visto tutto. Però non sempre é così. Negli ultimi tempi, i capelli lunghissimi afro di Beyoncé, negli Stati Uniti, vennero considerati una forte rivendicazione delle proprie origine. Se pensiamo ai neri americani, per lungo tempo hanno stirato i loro capelli per farli somigliare a quelli dei bianchi. Negli ultimassi anni invece, le donne afroamericane hanno lasciato crescere le loro chiome in modo naturale, sfoggiandole con molto orgoglio.

 

Segui Eurocapelli Magazine su Facebook

About the author

Romana giramondo. Diplomata al Liceo Classico e Laureata in Scienze della Comunicazione.
Amo la Moda, lo stile e il cinema
Mi diletto a cucinare