Fame emotiva e nervosa, come gestirla

La fame nervosa e emotiva é un disturbo alimentare, che provoca ancor più ansietà, stress e tristezza. Mangiare é senza dubbio un piacere, ma a volte esageriamo, sopratutto se siamo insoddisfatti ed in cerca di appagamento.
[toc]

La ricerca di appagamento, soddisfatta dal cibo

Molte volte cerchiamo di placare la nostra insoddisfazione, paure, sappia e ansia, se non addirittura noia mangiando. Spesso il cibo diventa il premio per consolarci da una brutta giornata, o almeno questa é la scusa che ci diamo.

Cos’é la fame emotiva

Si parla di fame emotiva quando si mangia senza avere una reale sensazione di fame. Si tratta di un disturbo alimentare che si relazione con lo stato e conflitto emotivo. Non riuscendo a risolvere un determinato problema, sfoghiamo la nostra frustrazione sul cibo. Tipico della fame emotiva é la grande necessità di ingerire cibo, senza una reale necessità del copro di alimentarsi. Infatti non si tratta di alimentazione, ma semplice sfogo delle proprie insoddisfazioni.

Le problematiche della fame nervosa

La fame emotiva o nervosa provoca diverse problematiche. La prima é a livello di salute corporea. Solitamente il cibo consumato in queste situazioni é altamente calorico e molto spesso non costituisce nemmeno alimentazione. Tipico esempio le patatine fritte, questo prodotto infatti é unicamente fonte di grasso, e non costituisce alimentazione ne placca la fame. Quindi le persone che soffrono di questo disturbo alimentare tendono ad ingrassare velocemente, provocando così problemi di salute. In oltre, sfogando le proprie frustrazioni sul cibo difficilmente riusciranno a risolvere i propri problemi, cercando sempre una scusa e una consolazione.

Fame nervosa

 

Come gestire la fame emotiva e nervosa

Se ci ritroviamo in questi comportamenti tipici della fame emotiva o nervosa, gli psicologi propongono questi consigli per tenerla sotto controllo.
– Penna e carta. Scrivi cosa ti mette a disagio, cosa ti rende triste, nervoso/a e insoddisfatto.
– Pianifica la tua dieta. Anche senza recarti dal dietologo, pianifica ciò che mangerai durante la giornata, in questa maniera sarà più semplice evitare gli sgarri e mangiare compulsivamente.
– Frutta e verdura sempre a portata di mano. Riuscire a sostituire alimenti grassi e trattati con frutta e verdura di stagione é fondamentale per mantenere una dieta sana. Avere sempre a disposizione frutta e verdura, farà si che la utilizzerai per quelli spuntini fuori dei pasti.
– Evita di tenere in casa cibi spazzatura. Ovviamente non tenere in casa cibi spazzatura come patatine, merendine e cioccolata, sarà più facile resistere alla tentazione.
– L’esercizio fisico é il miglior alleato. Frequentare una palestra o comunque fare sport vi aiuterà non solo a mantenervi in forma, ma attivare una serie di comportamenti più sani.
– Concediti qualche premio. Di tanto in tanto concediti qualche regalo, che può essere comprare qualcosa per per, ma anche di tipo alimentare, purché questo sia un piccolo sgarro e riprendi subito con una dieta sana.

Come risolvere il disturbo della fame emotiva e nervosa

La fame nervosa ed emotiva é un vero e proprio disturbo, di tipo psicologico, che si riversa su quello alimentare. Se non riuscite a controllare questa necessità di mangiare é consigliabile recarsi da uno specialista. In questo caso dovrete contattare uno psicologo e probabilmente, in seguito un nutrizionista. Il primo interverrà sulle problematiche che vi spingono a ingerire cibo senza una vera necessità, il secondo riequilibrerà la vostra dieta.

 

Segui Eurocapelli Magazine su Facebook

About the author

Romana giramondo. Diplomata al Liceo Classico e Laureata in Scienze della Comunicazione.
Amo la Moda, lo stile e il cinema
Mi diletto a cucinare