DuckDuckGo il motore di ricerca che difende la privacy

DuckDuckGo il motore di ricerca che difende la privacy

4 Dicembre 2019 Off Di Ginevra Neri

Siete stanchi di ricevere offerte commerciali, o email di prodotti dopo aver fatto una ricerca du Google? Non volete che i vostri dati siano gestiti dal colosso americano, senza che voi possiate far nulla? Allora dovete usare DuckDuckGo.
[toc]

DockDuckGo, cos’è

DuckDuckGo (DDG) é un nuovo motore di ricerca, che sfrutta i dati provenienti da altri siti, come ad esempio Wikipedia, Yahoo, Bing ecc. Questo motore di ricerca fa della tutela della privacy la sua forza, infatti dichiara di non raccogliere i dati degli utenti che lo utilizzano. Non si richiede la registrazione per utilizzarlo e punta a sfidare il dominio di Google.

Come funziona DuckDuckGo

Questo motore di ricerca combina il proprio algoritmo a diverse fonti presenti sul web affidandosi principalmente a Yahoo, Boss, Bing, Yandex e Wikipedia. In questo maniera cerca di scremare le pagine puramente promozionali per fornire all’utente dei risultati di ricerca più neutri. In oltre non memorizza l’indirizzo Ip di chi effettua la ricerca e non rilascia i famosi cookie. Altra differenza rispetto a Google é quella di non mettere in evidenza gli annunci a pagamento.

DuckDuckGo, come nasce

Gabriel Weinberg aveva già lanciato Database Network, un social Media che ha avuto breve vita, prima di creare nel 2008 DuckDuckGo. Il progetto partì grazie ad un autofinanziamento, prima di ottenere, nel 2011 quello della Union Square Ventures. Il nome DuckDuckGo deriva dal gioco dell’oca, e come il termine Googolare é divenuto di uso comune, duckare nelle intenzioni del suo creatore potrebbe presto diventarlo.

DuckDuckGo vs Google

La sfida che ha lanciato DuckDuckGo a Google si gioca principalmente sulla privacy, il vantaggio che ha questo motore di ricerca é quello di evitare che l’utente venga bersagliato di pubblicità, questo però ha i suoi pro e i suoi contro. I dati che raccoglie Google, servono si agli inserzionisti per raggiungere clienti potenzialmente interessati, quindi la pubblicità diviene molto mirata. D’altro canto l’utente riceve si molta pubblicità, ma inerente a prodotti cui é interessato, in più molti servizi forniti da Google utilizzano questi dati per fornire indicazioni sempre più corrette, ad esempio il percorso che solitamente facciamo da casa al lavoro, o locali che abbiamo frequentato di cui non ricordiamo il nome o l’indirizzo.

Le potenzialità di DuckDuckGo

In questo momento Google é il motore di ricerca che domina il mercato con il suo 95% di ricerche, oltre a tutti i servizi aggiuntivi di cui dispone. La sfida lanciata da DuckDuckGo quindi é molto ardua, seppur i dati più recenti lo vedono costantemente in crescita tanto che ha raggiunto e superato i 10 miliardi di ricerche, e continua a conquistare nuovi utenti. Secondo Alexa, il rivale di Google si posiziona al 400 posto come sito più visitato e ha recentemente siglato accordi con Apple e Mozilla, che lo utilizzeranno come motore di ricerca predefinito.

DuckDuckGo a chi é diretto

Questo nuovo motore di ricerca é indiscutibilmente utile per chi vuole effettuare ricerche senza che questa vengano filtrate da promozioni e annunci, e comunque fornisce dei risultati simili, seppur diversi da quelli di Google. Può essere utilizzato per monitorare la SERP del proprio sito, ma anche per evitare che i propri dati finiscano nelle mani di Google e i suoi concorrenti. Se siamo degli utenti occasionali, possiamo comunque trovarlo comodo, a meno che non utilizziamo tutti i servizi correlati di Google, in questo caso i dati che raccoglie, al momento ci torneranno comunque utili.